A Cristiana Sparvoli il “Premio Albertini”

A Cristiana Sparvoli il “Premio Albertini”

Il premio “Albertini” 2017 è stato assegnato a Cristiana Sparvoli, giornalista, scrittrice, gourmet. E’ un festoso riconoscimento che, nella cena del primo giorno dell’anno, la famiglia Albertini (Guido e Graziella e i figli Filippo ed Alessandro) consegna a un interprete della cultura del territorio, in particolare della cultura gastronomica. Cristiana Sparvoli, marchigiana di origine, trevigiana di adozione, si è distinta nella ricerca e nella divulgazione della cucina veneta attraverso quotidiani, riviste e pubblicazioni che si differenziano per originalità e completezza. E’ autrice dei tre volumi “Ricettario Trevigiano, Ricettario Bellunese e Ricettario Veronese, Collana Memorie di cucina e tradizioni di una comunità”, ricordi raccolti dalla voce di anziani e anziane ospiti delle case di riposo del Veneto. Altro libro interessante è “ Radicchi stellari. Storie di chef e ricette d’autore” (Editoriale Programma), dedicato al fiore che si mangia, un sorprendente “fenomeno” colturale e gastronomico che si sta sempre più affermando. Per questo volume è stata premiata al “Radicchio d’oro”, un brillante appuntamento annuale al quale contribuisce il Consorzio Ristoranti del Radicchio, presieduto da Egidio Fior.
La consegna del premio (un’opera originale del maestro Ciro Zanetti, in arte Xirò) è stata fatta al termine della cena dei “tre brodi” o delle “tre zuppe” che ogni anno Guido Albertini, Consorzio Ristoranti del Radicchio, organizza per gli amici. Un modo simpatico per festeggiare l’anno nuovo appena arrivato, dopo che sontuosamente si è libato al vecchio che se ne è andato, Tre brodeti (passatelli, trippa in brodo e zuppa di pesce): una cena leggera dopo tante abbuffate festive. La serata è stata presentata dal giornalista Michele Miriade.